Attendere prego...
(0) articoli nel tuo carrello € 0,00
Paolo Luccioni - Architetture

Paolo Luccioni - Architetture

Pisani Mario

1999 - 192 pagine

Collana: L'Architettura delle nuove generazioni

Prezzo online: € 20,00

Prezzo di copertina: € 24,00 - Se acquisti online risparmi: € 4,00 - Tutti i prezzi includono l'IVA

Paolo Luccioni, l'autore del Palazzo dello Sport di Foligno, del Padiglione nei giardini della Piazza di Trevi, della casa unifamiliare a Campello sul Clitunno, del complesso residenziale, commerciale e terziario a Borgo Trevi, della casa per tre famiglie a Foligno, per citare unicamente gli interventi più suggestivi ed intensi, appartiene alla schiera dei validi progettisti che operano essenzialmente in provincia, nel suo caso nella splendida regione dell'Umbria. Per lui progettare diviene una sorta di narrazione che si sviluppa attraverso la lettura dei diversi elementi del contesto, focalizzandone il maggior numero, analizzando il linguaggio impiegato fin nei dettagli costruttivi, anche i possibili contrasti tra loro, per rielaborare il tutto attaverso nuove figure, creando inedite connessioni capaci di esprimere quel "qualcosa che non è ancora stato detto".
Il fine è proporre un'architettura  che narra semplicemente come sono andate le cose. Coloro che la utilizzano abitandola traggono da essa un senso di appartenenza ad una società migliore perchè basata sul bello inteso come messa in opera del vero, qualcosa che è in grado di trasmettere sicurezza, di confortare l'anima vacula blandula nella complessa e faticosa traversata su questa terra.
Il nostro progettista ama i topos ancestrali e non riesce ad accettare quella sorta di "invenzioni" che assai difficilmente si integrano con il dolce ondulato andamento di questa terra che conosce in profondità, e non soltanto negli aspetti più evidenti. Ne conosce e ne apprezza anche e soprattutto le eccezioni, le anomalie, le contraddizioni al linguaggio codificato dalle norme. Anzi sembra preferire più che gli intensi capolavori di cui questo territorio è ricco le eresie o i punti di soglia, là dove appare il tramonto di un'eposca e il nascere di un nuovo ciclo. Tutto ciò gli ha permesso di comprendere che al porgettista si pone un nuovo compito: quello di mettere in atto una architettura "rifondata" sulle ceneri del moderno che sia in grado di impiegare cià che deriva dalla tradizioe del nuovo ma anche ciò che proviene dalla consuetudine dell'antico. Una architettura che sia in grado di impiegare tutto ciò che proviene dal luogo e dalla sua cultura ma che nello stesso tempo si senta in affinità con la migliore tradizione universale, ovvero con il bagaglio del lavoro umano compiuto da tutti gli uomini della terra. E' questa architettura che vi invitiamo a conoscere, a frequentare nella consapevolezza che, per dirla con Cesare Pavese, "l'evidente ebbrezza tranquilla è fatta di cose di vita pregnante".


Della stessa Collana
Corrado Scagliarini - Spazi costruiti

a cura di Tartari Cristina, Brigi Elena, Molteni Pierluigi

€ 20,00
Fiorenzo Petillo - Architetture

Petillo Fiorenzo

€ 19,00