Attendere prego...
(0) articoli nel tuo carrello € 0,00
Manovre di inerzia dinamica

Manovre di inerzia dinamica

Lo strano caso della cassa di colmata

a cura di Giani Esther

2012 - 224 pagine
ISBN / EAN: 9788860491022

Collana: Occasioni di Architettura

Prezzo online: € 17,00

Prezzo di copertina: € 20,00 - Se acquisti online risparmi: € 3,00 - Tutti i prezzi includono l'IVA

C’era una volta la laguna di Venezia, negli anni Sessanta alcune porzioni sono state recintate (come delle casse, appunto) e poi ricoperte (colmate) di fanghi e terra. Su alcune di queste sono sorte delle industrie (Porto Marghera), su questa, chiamata A, non ci fecero nulla perché il piano industriale non era andato così bene. Il terreno delle casse è assai pianeggiante, sono lambite dall’acqua della laguna e soprattutto hanno un orizzonte molto invidiato: Venezia e i suoi campanili. Ma la storia continua: negli anni 2000 Venezia si vuole giustamente dotare di un depuratore delle acque, la legge vuole che l’ultima fase di depurazione, poiché l’acqua deve poter andare anche in laguna, avvenga tramite fitordepurazione. Il depuratore sorgerà a Fusina, poco distante dalla Cassa di Colmata A, e dunque qui si potrà fare un impianto di fitodepurazione. Ma molto grande: la Cassa è ampia 144 ettari e i bacini per la fitodepurazione occuperanno 100 ettari! Come fare dunque? Giovani studenti prossimi alla laurea in architettura hanno provato a immaginare degli scenari per questa ampia area che pur dovendo ospitare l’impianto sembra proprio essere una bella occasione per pensare a dei parchi, tematici, sostenibili, rispettosi del contesto e funzionali al depuratore, e – soprattutto – accessibili a tutti. Centinaia e centinaia di tesi sono state sviluppate sotto la guida di due docenti che da anni sono impegnati su Porto Marghera (Carnevale - Giani), alcune sono raccolte nella pubblicazione come una sorta di manifesto su quello che si potrebbe fare…e che invece non si fa. Adesso tocca agli amministratori decidere se la Cassa di Colmata A sarà lasciata ad una rinaturalizzazione spontanea certamente (dove c’è acqua c’è vita) ma reclusa ai suoi abitanti. Queste tesi dimostrano che sarebbe conveniente perfino per il gestore pensare ad un luogo per il tempo libero, oltre che per il pubblico, salvaguardando le specie floro-faunistiche che vi si stanno insediando. Manovre dinamiche della accademia contro l’inerzia di chi gestisce i nostri territori.


Della stessa Collana
Manovre di fantasia controllata

Giani Esther

€ 15,00
Manovre di immaginazione pratica

a cura di Giani Esther

€ 15,00
Changing Shanghai

Shiling Zheng, Bugatti Angelo

€ 19,00
Le forme dell'acqua

Montuori Marina

€ 13,00
Il riscatto del progetto

Giani Esther

€ 15,00
Protocolli esperimenti

a cura di Rossetti Massimo

€ 15,00
Polesella ritrovata

a cura di Celeghini Genny

€ 17,00
Materiali naturartificiali

a cura di Tatano Valeria

€ 15,00
La progettazione dell'EUR

Tagliacollo Emma

€ 17,00
Eteropie urbane

Longo Olivia

€ 14,00
Architetture di occasione

Carnevale Giancarlo, Montuori Marina

€ 13,00
Manovre di pragmatismo visionario

a cura di Giani Esther

€ 11,00
Albe Steiner

a cura di Longhi Giuseppe

€ 21,00
Attraverso il progetto

a cura di Angi Barbara

€ 14,00