Attendere prego...
(0) articoli nel tuo carrello € 0,00
Paesaggio storia e partecipazione

Paesaggio storia e partecipazione

La Convenzione Europea a San Marino

A cura di Palazzo Anna Laura, Rizzo Biancamaria

2009
ISBN / EAN: 9788860490674

Collana: Architettura / Urbanistica / Paesaggistica

Prezzo online: € 13,00

Prezzo di copertina: € 15,00 - Se acquisti online risparmi: € 2,00 - Tutti i prezzi includono l'IVA

La Repubblica di San Marino, che ha sottoscritto nel 2000 la Convenzione Europea del Paesaggio, presenta in modo emblematico forme di occupazione del suolo sempre più intensive e indifferenti a vocazioni e condizionamenti espressi dal supporto territoriale; ciò pone l'esigenza di una valutazione articolata dei problemi prioritari e dei rischi cui va incontro il paesaggio al fine di supportare i processi decisionali, incrementando l'importanza delle considerazioni paesaggistiche e ambientali nelle politiche locali. Le tematiche dell'agenda della sostenibilità riguardano il consumo delle risorse non rinnovabili,la salvaguardia dei valori naturali e paesaggistici, il miglioramento delle prestazioni ambientali, la difesa del suolo e messa in sicurezza del territorio. In questa cornice concettuale, il paesaggio, come espressione visibile e sensibile degli aspetti di fragilità sopra evocati, è chiamato ad assumere il ruolo di "contesto di accoglienza", sorta di naturale matrice di valutazione delle pratiche di trasformazione. Ma quale paesaggio? E quali paesaggi? Questa ricerca ha provato ad attivare e fare interagire positivamente differenti canali di raccolta del sapere esperto e di ascolto del sapere comune in termini di qualità e identità del paesaggio sammarinese per come esse vengono restituite dalle analisi delle caratteristiche naturalistico/ambientali, dalle testimonianze storiche, e dalla percezione degli abitanti, e per come sono "offerte" oggi ai visitatori esterni. Lo strumento di raccolta e organizzazione delle istanze e priorità emerse dai tre orizzonti problematici considerati (Paesaggio e Natura; Paesaggio e Storia; Paesaggio e Sapere comune) è stato individuato nel Manifesto del Paesaggio di San Marino, che intende costituirsi come riferimento teorico e operativo trasversale rispetto agli strumenti di governo del territorio: "manifesto", appunto, per le caratteristiche di sintesi e semplicità e lo sforzo di comunicazione effettuato per portare le tematiche paesaggistiche e ambientali per quanto possibile fuori dagli ambienti specialistici, verso la popolazione la quale,tutta, è ugualmente coinvolta nei processi di trasformazione territoriale. Il Manifesto del Paesaggio delinea, a valle del quadro conoscitivo, presupposti, criteri,orientamenti strategici e strumenti finalizzati a perseguire politiche sostenibili e condivise per il paesaggio orientando la definizione delle discipline di intervento nelle forme più adeguate per la tutela, la valorizzazione e la gestione.


Della stessa Collana
CATTIVI PENSIERI 2

Lavagnini Severino

€ 13,00
Un progetto per Napoli

Capobianco Michele

€ 15,00
La regola e il modello

Choay Françoise

€ 17,00
Un progetto per il centro storico

Aymonino Carlo, Panella Raffaele

€ 4,00
Sul manierismo come dentro a uno specchio

Benincasa Carmine

Esaurito
Michelucci

a cura di Borsi Franco

Esaurito
URBAN-RURAL RELATIONSHIP IN THE FRAMEWORK OF DEVELOPMENT PROCESSES

Belotti Marcella, Cicerchia Annalisa, d'Andrea Luciano

€ 10,00
Lo spazio pubblico nelle piccole città

a cura di Canestrari Manuela, Longobardi Giovanni

€ 23,00
L'area Flaminia

a cura di Lucchini Flaminio

€ 30,00
Roma. I traguardi del cambiamento

a cura di Cecchini Domenico, Budoni Alberto

€ 22,00
L'evoluzione del fondovalle

a cura di De Rubertis Roberto

€ 17,00
I territori dell'urbanistica

Viganò Paola

€ 26,00
I luoghi dell'abitare

Coppola Pignatelli Paola

€ 13,00
Binari sul mare

a cura di Cappelli Agostino, Libardo Alessandra, Nocera Silvio

€ 17,00
Archivio d'architettura 1985

Giambartolomei Paolo

€ 18,00