Attendere prego...
(0) articoli nel tuo carrello € 0,00
ANTICA MINTURNAE

ANTICA MINTURNAE

2021 - 204 pagine - Formato: 21.5*21.5
ISBN / EAN: 9788860495600

Collana: Architettura / Urbanistica / Paesaggistica

Esaurito

Il castrum per Minturnae è il luogo delle origini ma anche, nei secoli successivi, l’area sacra della colonia civium romanorum dove si collocano il grande santuario delle acque, i templi e gli edifici pubblici ove venivano onorati, con statue e dediche poste dagli amministratori e dal popolo, i personaggi illustri di Roma e della città.

Per la prima volta dopo gli scavi degli anni ’30 del secolo scorso (e un saggio effettuato nell’anno 2003 sulla direttrice dell’Appia) nell’anno 2020 la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti ha potuto riprendere le attività di ricerca grazie a cospicui finanziamenti ministeriali, tra cui i fondi del progetto Appia regina viarum, con l’obiettivo di riportare in luce le varie fasi di occupazione dell’area, ricostruirne la topografia, leggere le stratificazioni, comprendere, in sostanza, la vita quotidiana che qui si svolgeva ma anche i riflessi della grande Storia, con il castrum che diventa l’arx sacra della città.

L’obiettivo è stato raggiunto, con l’acquisizione di dati scientifici di assoluta rilevanza, e la scoperta di un complesso architettonico monumentale che aggiunge un importante tassello all’urbanistica minturnense.

Ma lo scavo di questo eccezionale complesso destinato al culto imperiale racconta anche altro: la fase repubblicana della colonia, attraverso le testimonianze dei pavimenti delle ricche domus confiscate agli oppositori di Ottaviano, sulle quali fu impostata la parte pubblica della città imperiale, gli ultimi secoli di vita della colonia dopo la caduta dell’Impero romano di occidente attraverso il riuso delle strutture del santuario, e la fine di Minturnae e della via Appia romana attraverso una spettacolare deposizione di blocchi architettonici sul tracciato stradale per impedirne la percorribilità, forse in un’ultima difesa da nemici provenienti – come nelle tante battaglie dei secoli a venire al Passo del Garigliano – dal fiume.


Della stessa Collana
La cattedrale del futuro

Ricci Giacomo

Esaurito
Arte Società Banlieu

Segapeli Silvana

Esaurito
L'evoluzione del fondovalle

a cura di De Rubertis Roberto

Esaurito
Uomo e ambiente costruito

a cura di De Franciscis Giovanni

Esaurito
I luoghi dell'abitare

Coppola Pignatelli Paola

Esaurito
Eduardo Catalano

a cura di Gubitosi Camillo, Izzo Alberto

Esaurito
Identity of architecture

Zermani Paolo

Esaurito
La casa del mediterraneo

Gambardella Cherubino

Esaurito
L'immagine storiografica dell'architettura contemporanea da Platz a Giedion

Scalvini Maria Luisa, Sandri Maria Grazia

Esaurito
Imparare da Venezia

Tentori Francesco

Esaurito
Complice, utente, cittadino

a cura di Cimatti Guido, , introduzione di Mezzana Daniele

Esaurito
Il ghetto

Finelli Luciana, Insolera Italo, Marcianò Ada Francesca

Esaurito
Il restauro dell’ex Pretura di Sacile

a cura di Botti Massimiliano

Esaurito
Calabria normanna

Bozzoni Corrado

Esaurito
Edifici rurali nella pianura romana

Freddi Roberto

Esaurito